I Carabinieri dell’Arte restituiscono un dipinto trafugato nel 1983

Un importante dipinto del XVIII secolo raffigurante la Resurrezione di Cristo è stato restituito lo scorso 13 gennaio a Don Angelomaria Adesso dal Comandante del Nucleo Carabinieri TPC di Napoli, il Ten. Massimiliano Croce. La cerimonia ha avuto luogo presso la Chiesa del Santissimo Salvatore, alla presenza del Sindaco Lamattina.

Il dipinto, olio su tela dalle dimensioni di 48×28 cm, asportato il 24 febbraio 1983 dalla suddetta Chiesa, era stato posto all’incanto da una nota casa d’aste di Palermo, quando è stato individuato e recuperato dal Nucleo TPC di Napoli grazie all’apporto tecnico-operativo della Banca Dati dei Beni Culturali Illecitamente Sottratti. Le attività investigative sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Palermo, nell’ambito di una specifica attività di contrasto alla commercializzazione di opere d’arte rubate.

La consegna dell’opera avvalora l’importanza della collaborazione fra l’Arma dei Carabinieri e gli Enti ecclesiastici, sviluppata anche attraverso la divulgazione della pubblicazione Linee Guida per la Tutela dei Beni Culturali Ecclesiastici, realizzata nel 2014 nell’ambito della collaborazione tra il Ministero della Cultura, l’Arma dei Carabinieri e la Conferenza Episcopale Italiana, che concilia le esigenze di protezione dei beni ecclesiastici, colpiti spesso da azioni criminose, e quelle devozionali.

[Fonte: Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli].

L’articolo può essere scaricato in formato PDF.

Ultimi articoli

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!