Serena Epifani

Archeologa e giornalista. Specialista in art crime e archeologia legale, si occupa di informazione e comunicazione finalizzate alla tutela del patrimonio culturale. Laureata con lode in Conservazione dei Beni Culturali, indirizzo dei Beni Architettonici, Archeologici e dell'Ambiente Archeologici, presso l'Università del Salento. Ha conseguito con lode il diploma presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia Classica "Dinu Adamesteanu", il Master di II livello in "Valorizzazione del Patrimonio Culturale", promosso dalla Scuola Superiore ISUFI dell'Ateneo salentino, e il Master biennale di II livello in "Esperti nelle attività di valutazione e di tutela del patrimonio culturale" all'Università di Roma Tre. Presso la LUISS ha frequentato il Corso Executive in “Intelligenza Artificiale e Personal Media: Nuovi Modelli per la Comunicazione e Giornalismo”, organizzato dal Master in "Giornalismo e Comunicazione multimediale" del Centro di Ricerca Data Lab in collaborazione con la School of Government dell’Università LUISS Guido Carli. Ha inoltre frequentato il corso on line su “Engaging the european art market in the fight against illicit trafficking in cultural property” organizzato dall'UNESCO e il corso on line su “Antiquities Trafficking and Art Crime” dell'Università di Glasgow. Ha partecipato a numerose campagne di scavo in ambito universitario e successivamente come responsabile di cantiere per la Soprintendenza Archeologica di Roma. Ha fondato e dirige dal 18 settembre 2018 "The Journal of Cultural Heritage Crime", la prima testata giornalistica on line in Italia sul tema del traffico illecito di beni culturali. È socio fondatore e presidente dell'Associazione Culturale APS "Art Crime Project.

Ultimi articoli

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!