Traffico di antichità, crimini d’arte e legge: conferenza del Penn Cultural Heritage Center

L’agente speciale Jake Archer dell’Art Crime Team dell’FBI (a sinistra) e William Perthes della Barnes Foundation esaminano il fucile John Christian Oerter durante la sua cerimonia di rimpatrio (foto per gentile concessione del Museum of the American Revolution).

La conferenza virtuale Antiquities Trafficking, Art Crime, and the Law sponsorizzata dal Penn Cultural Heritage Center (PennCHC) si terrà il prossimo 17 febbraio dalle ore 18.30 CET e vedrà la partecipazione dell’agente speciale Jake Archer dell’FBI Art Crime Team e dell’assistente del procuratore U.S. K.T. Newton.

I due ospiti affronteranno questioni e casi recenti relativi al traffico di antichità e ai crimini contro il patrimonio culturale, e forniranno informazioni sulle attività delle forze dell’ordine nella lotta contro le frodi nel settore dell’arte, dalle indagini all’accusa. Insieme a Richard Leventhal, direttore esecutivo del PennCHC, i relatori discuteranno anche della Cultural Property Experts On-Call List, un programma attuato dal PennCHC con il Cultural Heritage Coordinating Committee attraverso il Dipartimento di Stato come suo segretariato. Grazie a questo programma, il PennCHC aiuta gli agenti federali a identificare ed autenticare i beni culturali introdotti illegalmente negli Stati Uniti.

Qui è possibile contribuire all’evento con una donazione.

Ultimi articoli

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!