BNL a Palazzo Altemps

Il giovane Pugile, Lucilla, Meleagro, il busto di Afrodite pudica e il torso di Discoforo sono le sculture di età romana che BNL concede in comodato d’uso a Palazzo Altemps. A corredo del nuovo allestimento, le foto di Luigi Spina che mostrano le sculture antiche esposte attraverso suggestivi scatti in bianco e nero, realizzati con la tecnica del banco ottico

Il nuovo allestimento di opere di scultura antica sarà visitabile al pubblico a partire da giovedì 11 luglio. In questa stessa data è prevista anche un’apertura straordinaria serale del Museo con orario 20-22.30 che si ripeterà giovedì 29 agosto.

Si tratta di 5 opere concesse in comodato d’uso al Museo provenienti dalla collezione BNL che consta di più di 5000 opere. Risalenti al I e II secolo d.C. le statue prima di essere esposte sono state restaurate a cura del personale tecnico del Museo: spicca per bellezza ed armonia la statua del giovane Pugile, un capolavoro prestato in diverse occasioni tra cui le Olimpiadi a Rio nel 2016. A fargli compagnia, nelle sale del primo piano di Altemps, troviamo Lucilla (II secolo d.C.); Meleagro (fine I – inizio II secolo d.C.); il busto di Afrodite pudica (I sec. d.C.) e il torso di Discoforo (fine I sec. a.C.) – inizio I sec. d.C.).

Il suggestivo allestimento si avvale di un corredo fotografico d’autore; il fotografo Luigi Spina ha interpretato le opere in mostra con i suoi scatti in bianco e nero, realizzati con la tecnica del banco ottico (una speciale fotocamera professionale che utilizza la pellicola piana nella fotografia tradizionale o sensori ad alta definizione nella fotografia digitale) impiegata per lo più nello studio fotografico per la realizzazione di still life (l’arte di riprendere oggetti inanimati), tecnica utilizzata da Spina anche nella sua personale, attualmente in corso al Museo Centrale Montemartini di Roma.

 

(Fonte: Museo Nazionale Romano – Palazzo Altemps)

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial