Roma. I militari del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale hanno sequestrato 400 medaglie provenienti da un’importante collezione privata costituita da oltre 1.500 esemplari, del valore complessivo di circa 1 milione di Euro, trafugata nel marzo dello scorso anno dall’abitazione di un medico in località Roma-Ponte Milvio. Si tratta di monili coniati nel periodo compreso tra il Cinquecento e l’Unità d’Italia, la gran parte in argento, che il malcapitato appassionato aveva accumulato nell’arco di un’intera vita, catalogandoli minuziosamente.

Le indagini sono state avviate dalla Sezione Antiquariato del Reparto Operativo in occasione del recupero e sequestro di una delle medaglie nella zona di Ivrea (TO) in seguito ad accertamenti incrociati su un noto sito di e-commerce, che hanno consentito di rinvenire il monile presso l’abitazione di un collezionista. L’attività investigativa ha permesso, nella filiera delle compravendite, di identificare un ex commerciante ambulante di oggetti antichi, frequentatore abituale dei mercati rionali della Capitale, residente a Roma, presso il cui domicilio i militari del TPC, coadiuvati dai colleghi dell’Arma Territoriale, in occasione di perquisizione domiciliare hanno rinvenuto e sequestrato, oltre alle medaglie, circa settanta reperti archeologici, costituiti da frammenti lapidei, vasellame in terracotta e mosaici di età romana, provenienti da scavi non autorizzati e ricerche subacquee.

Le indagini, coordinate dal Pool Tutela del Patrimonio Artistico e Culturale della  Procura della Repubblica di Roma, hanno consentito di recuperare il materiale che era usato per ornare l’abitazione, ovvero per costruire veri e propri accessori di design, come una vasca idromassaggio e una doccia da giardino. Nella circostanza è stato sequestrato anche un metal-detector, verosimilmente utilizzato per le attività di ricerca nelle campagne.  

(Fonte: Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale).

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!