Guerra e tutela giuridica dei beni culturali 

L’Institute of Art & Law propone un webinar dal titolo War and the legal protection of cultural heritage nel giorno 6 maggio 2022, dalle 14.00 alle 16.00.

Date le molte atrocità che vengono commesse durante la guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina, è forse il momento di esplorare le norme giuridiche internazionali sulla protezione del patrimonio culturale durante i conflitti armati. Se le perdite umane di questo conflitto sono di certo in primo piano nella mente di tutti, rimane comunque importante avere una migliore comprensione della terribile distruzione e dei danni causati anche alle istituzioni religiose, ai monumenti storici e agli enti culturali come teatri e musei. Questo webinar è un tentativo di illustrare le regole e le pratiche di guerra in relazione alla protezione dei beni culturali nel contesto di questa nuova e tragica situazione.

I relatori dell’evento sono:

  • Kevin Chamberlain CMG, ex vice consigliere giuridico, Foreign and Commonwealth Office e autore di War and Cultural Heritage (2nd edn, IAL, 2013)
  • Peter Stone OBE, Presidente di Blue Shield International e UNESCO Chair of Cultural Property Protection and Peace, Università di Newcastle
  • Kristin Hausler, Direttore del Centro di Diritto Internazionale e Dorset Senior Fellow, British Institute of International and Comparative Law
  • Irina Tarsis, fondatrice e direttrice, Center for Art Law
  • Kateryna Busol, avvocato internazionale e Academy Associate, Russia and Eurasia Programme, Chatham House

Il panel coprirà una serie di aree tra cui: il rispetto dovuto ai beni culturali ai sensi della Convenzione del 1954 per la protezione dei beni culturali in caso di conflitto armato (cosiddetta Convenzione dell’Aja) e i suoi due protocolli, così come altri aspetti del diritto umanitario internazionale, le pratiche passate di protezione dei siti culturali e religiosi durante la guerra e la situazione sul campo in Ucraina.

L’evento si terrà su Zoom ed è previsto un costo di £36.00 (IVA britannica inclusa). Tutti i proventi saranno devoluti alla British Red Cross – Ukraine Crisis Appeal.

Per ulteriori informazioni, si rimanda al sito ufficiale.

Ultimi articoli

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!