Il mercato delle antichità bibliche 1852 – 2022

I titoloni sulla collezione di antichità del Museo della Bibbia, la falsificazione di presunti frammenti del Rotolo del Mar Morto e il cosiddetto “Vangelo della moglie di Gesù” hanno attirato oggi l’attenzione sul commercio di antichità bibliche. Ma come funziona veramente questo commercio? E com’era in passato? Quando le ricerche erano limitate e avevano la tendenza a concentrarsi su singole figure, di solito “cacciatori di manoscritti” dall’Europa e dall’America? Il 9 e il 10 marzo se ne parlerà dettagliatamente nella conferenza The market for biblical antiquities 1852 – 2022, online su Zoom, organizzata dall’Università di Agder.

9 MARZO

  • 15:00 Apertura (5 min.) 

Sessione 1 (Moderatore: Ingrid Breilid Gimse, Università di Agder) 

  • 15:05 Yair Wallach (SOAS University of London)
    La scuola missionaria, il museo e il tram: le reti della Gerusalemme tardo-ottomana 
  • 15: 25 Michael Press (Università di Agder)
    La specializzazione del commercio di antichità in Palestina, 1850–1920 
  • 15:45 Dana Ryan Lande (MF Norwegian School of Theology, Religion and Society
    Crociati, americanizzazione e “recupero”: narrazioni di viaggio e lasciti 
  • 16:05 Discussione (25 min.) 
  • 16:30 Pausa (15 min.) 

Sessione 2 (Moderatore: Michael Press, Università di Agder) 

  • 16:45 Sary Zananiri (Università di Leida)
    Autenticità e immagine: iconografia palestinese e il mercato dei pellegrini ortodossi 
  • 17:05 Chloe Emmott (Università di Greenwich)
    Bringing It All Back Home – Il ricordo biblico in Gran Bretagna durante la British Mandate Era 
  • 17:25 Sarah Irving (Staffordshire University)
    “Siamo molto contenti che i prezzi siano così ragionevoli”: vendita di antichità dal Museo Archeologico della Palestina 
  • 17:45 Discussione (30 min.)  

10 MARZO 

Sessione 3 (Moderatore: Liv Ingeborg Lied, MF Norwegian School of Theology, Religion and Society) 

  • 15:00 Noah Gerber (Tel Aviv University)
    Una talentuosa Yeshiva Bachur: Moses Wilhelm Shapira come intermediario tra Wissenschaft des Judentums e l’Oriente ottomano 
  • 15:20 Rebecca JW Jefferson (Università della Florida)
    Il commercio di frammenti di Genizah dentro e fuori la Palestina tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo 
  • 15:40 Roberta Mazza (Università di Manchester)
    “Un commercio di reliquie”: egittologia, papirologia e antichità bibliche in Egitto (1882–1952) 
  • 16:00 Discussione (30 min.) 
  • 16:30 Pausa (15 min.) 

Sessione 4 (Moderatore: Hilda Deborah, Norwegian University of Science and Technology) 

  • 16:45 Ludvik Kjeldsberg (Università di Agder)
    Out of the Dark (Into the Light): una panoramica degli acquisti, delle esportazioni e delle mostre dei rotoli del Mar Morto
  • 17:05 Årstein Justnes (Università di Agder)
    Il mercato dei rotoli del Mar Morto (1990–2020) 
  • 17:25 Meccanica del mercato di Morag M. Kersel (DePaul University)
    Meccanica del mercato. Un esame dell’acquisto di oggetti antichi dalla Terra Santa
  • 17:45 Discussione (30 min.) 

Registrati inviando un’e-mail a erika.norheim@uia.no 

Ultimi articoli

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!