Roma. Risale al 2017 il recupero da parte dei militari delle Fiamme Gialle di un’interessante scultura proveniente dal territorio di Guidonia-Montecelio, ora in consegna alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale.

Dopo un paziente pediamento, gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma l’avevano individuata avvolta in una coperta nel portabagagli di un suv, in Piazza della Repubblica, luogo centralissimo della Capitale.

L’operazione che ha permesso il suo ritrovamento, scaturisce dal costante monitoraggio della circolazione delle opere d’arte, svolto dalle Fiamme Gialle ai fini della prevenzione, ricerca e repressione delle violazioni economico-finanziarie, in stretta sinergia con il Mibac. Considerato il valore intrinseco che rende particolarmente appetibili alla criminalità i beni artistici e archeologici, l’attenzione della Guardia di Finanza si concentra sulle movimentazioni finanziarie, alla continua ricerca di strumenti per riciclare i proventi delle attività illecite.

Il bel ritratto di Settimio Severo è ora esposto al Colosseo, nella mostra temporanea “Roma Universalis”, allestita al II ordine del monumento e visitabile fino al 25 agosto.

 


 

Questo slideshow richiede JavaScript.


 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial