Arte pubblica “valorizzata”: il caso scandaloso di Viareggio

81272507_3605128396178875_4264652965853265920_o
Le Oceaniche di Giulio Turcato, Viareggio (foto di Rossella Martina)

 

 

Opera dell’astrattista italiano Giulio Turcato (1912-1995), il gruppo scultoreo delle Oceaniche era stato donato al Comune di Viareggio dallo stesso artista nel 1990. Ottenuto il benestare della Soprintendenza e finalmente collocata in Piazza Puccini nel 1995, l’opera fu poi rimossa durante i lavori di ristrutturazione della piazza cadendo quindi nel dimenticatoio, fino a stamattina. Le foto di denuncia pubblicate sui social e sui giornali locali mostrano infatti la scultura in vetro resina e acciaio in stato di evidente abbandono, smontata e gettata a terra presso alcuni cassonetti nel deposito comunale degli ex macelli.

 

 

 

80816685_3605129522845429_7685550904803590144_n
Le Oceaniche abbandonate nel deposito comunale, Viareggio (foto di Rossella Martina)

 

 

Il sindaco viareggino ha dichiarato che l’opera sarebbe in attesa di restauro dei piedistalli poco stabili e di una nuova collocazione pubblica. Il trattamento della fragile scultura lascia tuttavia sconcertati, tanto piú che non è affatto chiaro se la Soprintendenza sia stata preventivamente avvisata e abbia concesso le relative autorizzazioni.

 

(Si ringrazia il critico d’arte Luca Nannipieri per la segnalazione e le informazioni)


(M.D.B.)

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial