Restituzione di beni ecclesiastici a 11 anni dal furto

Saranno restituiti in giornata dal Comandante del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli, Magg. Giampaolo Brasili, al Parroco Don Gerardo Battaglia due busti in legno intagliato, raffiguranti gli apostoli San Paolo e San Pietro. La cerimonia avverrà prima della celebrazione della messa in suffragio dei menzionati santi nella Chiesa San Carlo del comune di Cave (RM), luogo da cui i busti lignei furono rubati il 18 novembre del 2010. Alla restituzione, saranno presenti il Vescovo della Diocesi di Palestrina e Tivoli, S.E. Mons. Mauro Parmegiani e il Sindaco di Cave, Angelo Lupi, oltre ad autorità locali e studiosi d’arte.

Nella stessa circostanza saranno riconsegnati:

  • Due beni ecclesiastici (un calice e una pisside) al Responsabile dell’Arciconfraternita di Santa Croce, Frate Massimo Fusanelli. I due oggetti furono asportati il 9 novembre 2010 dalla Chiesa di Artena (RM);
  • Una pisside al Parroco della Chiesa dell’Assunta della frazione Castello di Alvito (FR), Don Francesco Del Bove. Il bene fu trafugato il 26 ottobre 2010 dalla Chiesa Santa Maria Assunta di Alvito (FR).

Anche questi oggetti sono tra quelli recuperati in seguito alle già segnalate indagini effettuate sull’intero territorio nazionale e provengono in prevalenza da chiese e abitazioni private. La restituzione odierna, nel quadro della collaborazione fra l’Arma dei Carabinieri e i titolari degli Uffici Diocesani preposti al patrimonio religioso, segue di poco l’operazione compiuta dal Nucleo TPC di Cagliari, che aveva smantellato un gruppo di finti restauratori dediti a raggiri ed estorsioni ai danni di parroci e responsabili di altri luoghi di culto.

[Fonte: Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli].

Ultimi articoli

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!