Urna per il Santo Sepolcro restituita dopo 27 anni dai Carabinieri dell’Arte

Un’Urna per il Santo Sepolcro è stata restituita in mattinata dal capitano Claudio Mauti, comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Firenze, a Don Alessandro Bivignani, Parroco della Chiesa di Santa Maria delle Grazie  di Anghiari (AR), luogo da cui fu trafugata il 22 agosto 1993.

L’opera d’artigianato toscano, in legno intagliato e dipinto databile al XVIII secolo, era collocata sull’altare della chiesa e utilizzata durante le solenni celebrazioni della Santa Pasqua.

L’indagine è stata avviata a marzo 2018 a seguito della comparazione delle immagini pubblicate sui cataloghi di case d’asta con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti” del Comando TPC. Accertata la provenienza furtiva, l’Urna per il Santo Sepolcro è stata individuata presso un’attività del settore nel capoluogo fiorentino. Una professionista 60enne residente nella provincia di Forlì, detentrice del bene, è stata riconosciuta come acquirente in buona fede.

Terminate le attività investigative, l’Autorità Giudiziaria di Firenze ha disposto la restituzione del bene artistico di elevato valore devozionale.

(Fonte: Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Firenze che si ringrazia per il cortese invio della documentazione).

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!