Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Saludecio (RN). Dopo aver ricostruito una sospetta attività di vendita di beni di interesse culturale nei mercatini locali, i militari dell’Arma hanno richiesto e ottenuto un decreto di perquisizione alla Procura della Repubblica, procedendo così nei confronti di un edicolante, sospettato di detenere presso la propria abitazione “materiale proibito”. E infatti, alla vista dei militari, senza opposizioni di sorta, l’uomo ha consegnato la propria collezione – 300 pezzi circa, tra monete e medaglie antiche – frutto di acquisizione negli anni nei vari mercatini.

Tutto il materiale individuato è stato posto sotto sequestro in attesa di una perizia specialistica.

 

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Copiare è un reato!